Come cercare lavoro su Linkedin

Home/Magazine/Come cercare lavoro su Linkedin

Che cos’è Linkedin?

Linkedin è un Social Network Professionale e nasce nel 2003 con l’obiettivo di creare una rete di professionisti e aziende in cui avviene uno scambio reciproco di contatti e informazioni. Oggi conta oltre 645+ milioni di utenti ed è presente in 200 Paesi e aree geografiche, con una media di 44.000 offerte di lavoro pubblicate al giorno.

Come creare profilo Linkedin “efficace”:

Per prima cosa occorre tenere presente riguardo ai profili personali che Linkedin tende a “premiare” l’utente ben posizionato, colui che è proattivo, che pubblica o condivide contenuti di valore. Per tale motivo compilare tutte le sezioni del profilo è un’opportunità da cogliere in quanto un profilo accuratamente compilato ha il 27% di probabilità in più di comparire nei risultati di chi sta ricercando personale. Dopo la registrazione gratuita, l’utente può pubblicare il suo curriculum vitae, consultare gli annunci, iscriversi ai gruppi, e seguire i profili delle aziende di suo interesse. Vediamo nello specifico come valorizzare le diverse “Sezioni”:

LA FOTO SU LINKEDIN:

Un profilo con foto ha 14 volte maggiore probabilità di essere visualizzato, inoltre è il primo contatto visivo che il visitatore ha quando osserva il tuo profilo Linkedin. Inserisci un’immagine di te stesso abbastanza recente e riconoscibile, in grado di trasferire empatia e allo stesso tempo professionalità (meglio accennare ad un sorriso che non si sbaglia mai e assicurarsi che l’abito e lo sfondo siano coerenti con il tuo settore lavorativo).

CREA IL TUO NETWORK:

Nel completare le sezioni richieste che andranno a formare il tuo Profilo (Esperienze Professionali, formative ecc) fai sempre attenzione ad utilizzare le giuste Parole chiave in modo da essere “rintracciabile” dagli Addetti Risorse Umane o cosiddetti HeadHunters. Teniamo presente che Linkedin funziona come un qualsiasi altro motore di Ricerca ovvero connette le parole chiave di chi digita con dei risultati più coerenti possibili, per cui scegli le tue parole chiave con cura calandoti nei panni del selezionatore (per aiutarti cerca profili simili al tuo che ti sembrano di successo e prendi spunto da questi). Una volta fatto ciò ovviamente devi aggiungere collegamenti alla tua rete e creare così il tuo Network di qualità (puoi scegliere di importare su Linkedin la lista dei tuoi indirizzi mail o aggiungere colleghi di lavoro con cui hai collaborato in passato in modo da ricevere delle referenze che possano aiutarti nella ricerca del tuo prossimo lavoro). Risulta importante costruire la propria rete su base regolare e aggiungere sempre una nota di invito scritta di tuo pugno. Il mio personale consiglio è quello di avvalersi della Ricerca avanzata; ovvero identificare le connessioni a te pertinenti (recruiter, addetti alla ricerca e selezione del personale, esperti della tua materia) utilizzando parole chiave (per es. ruolo professionale, azienda a cui ci interessa segnalare il nostro profilo, ecc). Per ottenere un Network Strategico ed equilibrato, cerca di personalizzare le richieste di connessione con una frase scritta da Te.

PERSONALIZZA L’URL:

Importante passaggio è quello di personalizzare l’URL del tuo profilo, per farlo dovrai entrare nelle impostazioni del profilo e inserire il tuo nome-cognome invece della serie numerica presente, così sarà più facile condividere il tuo profilo, inoltre risulterai più professionale e potrai facilmente riportare la tua “nuova” Url in calce alla mail oppure sul tuo Curriculum Vitae

SOMMARIO E RIEPILOGO un approfondimento:

Vediamo nel dettaglio due importanti sezioni del tuo Profilo che richiedono un approfondimento specifico, ovvero il Sommario e il Riepilogo:

Il SOMMARIO del profilo LinkedIn, di cui troverete un ottimo esempio nelle foto, è quel testo di 120caratteri che si trova sotto il nome e cognome.
Il fatto che si trovi appena sotto il nome e cognome ha 2 importanti conseguenze:
1 – è un testo che “ci portiamo dietro” ovunque su LinkedIn, ovvero viene letto da chi legge i nostri aggiornamento nella homepage o da chi ci trova tramite il motore di ricerca.

2 – è il testo più importante per far capire velocemente cosa facciamo realmente.

Risulta necessario evidenziare la propria professionalità non solo a favore di altri utenti, ma anche pensando alle reali ricerche che le aziende attiveranno su Linkedin per individuare lavoratori del tuo settore di riferimento, con le tue competenze ed esperienze.

Il RIEPILOGO PROFESSIONALE di cui troverete un ottimo esempio nelle Foto sotto, è l’area di Linkedin in cui presenti te stesso a livello professionale per cui deve essere BREVE,CHIARO,INCISIVO e definire:

chi sei
cosa fai (esperienze)
cosa sai fare (competenze)
come lo fai (traguardi, referenze)
perché lo fai (ami il tuo lavoro)
cosa puoi fare per aiutare il tuo interlocutore (clienti o aziende).

In merito al Riepilogo, va specificato qualche utile consiglio:

  • Se sei disoccupato, non scrivere “Disoccupato” o “Senza lavoro” o peggio ancora “Lavoro presso Me Stesso” ma scrivi il titolo che hai ottenuto con i tuoi Studi, l’attività che hai svolto in precedenza o il lavoro che stai cercando.
  • Trova il tuo talento, specifica bene quello che sai fare o quello che ti piacerebbe imparare a fare; nell’identificare le tue attività fai venir fuori responsabilità/caratteristiche/elementi distintivi del tuo mestiere.
  • Puoi iniziare con una citazione sul tuo lavoro, una domanda al tuo interlocutore come nell’esempio in foto (Es. ti serve un addetto marketing? Io sono in grado di…. Oppure ho X anni di esperienza).

Come candidarsi su Linkedin:

Una volta creato il tuo profilo e la tua rete professionale, è giusto mantenere un approccio proattivo nella Ricerca del lavoro. Nella sezione “Lavoro” si accede alle offerte pubblicate dalle aziende, se hai utilizzato le giuste parole chiave per descrivere la tua professionalità e il tuo settore di riferimento, sarà Linkedin stesso ad orientarti nella ricerca. Nella sezione lavoro puoi effettuare anche autonomamente la ricerca: per qualifica, parola chiave, azienda, località in cui desideri candidarti. Per alcune offerte dovrai candidarti sul sito dell’azienda mentre per altre avrai la possibilità di inoltrare la tua candidatura direttamente su Linkedin (candidatura semplice). In tal modo chi ha pubblicato l’offerta riceverà il tuo CV e potrà visionare il tuo profilo personale con tutte le informazioni utili. Risulta fondamentale che il Curriculum Vitae e il profilo Linkedin siano sempre aggiornati in modo da non fornire al Recruiter informazioni contrastanti.

Di seguito qualche utile consiglio da mettere subito in pratica!

1.“La persona giusta” da contattare per chi cerca lavoro è il Responsabile delle assunzioni, il Recruiter di una determinata Agenzia per il Lavoro oppure un dipendente dell’azienda. Riuscire a contattare direttamente queste persone è una delle grandi potenzialità di Linkedin e ciò può divenire fondamentale nella nostra Ricerca del lavoro.

2. Comunica alla tua rete che stai cercando lavoro, sfruttando gli aggiornamenti di stato su Linkedin o le connessioni che ti sei creato. Puoi chiedere ai tuoi ex colleghi di lavoro ( se hai già un’esperienza lavorativa) di lasciare una segnalazione sul tuo profilo che possa descrivere i tuoi punti di forza e dare anche qualche dettaglio in più sulla tua professionalità e sul tuo lavoro.

3. Per cercare l’azienda in cui la tua professione può risultare utile, puoi aggiungere alla tua rete le persone con le tue stesse competenze-conoscenze ( utilizza le parole chiave che ti caratterizzano come professionista oppure le tue conoscenze specifiche). Focalizzando la ricerca sulla zona geografica in cui cerchi lavoro, puoi visionare quali aziende impiegano risorse con caratteristiche simili alle tue. Una volta fatto questo puoi cercare l’azienda e grazie alla funzionalità “Segui azienda” puoi ottenere informazioni su quest’ultima ed essere aggiornato su possibili selezioni e annunci di lavoro.

4. Iscriviti a gruppi tematici così potrai confrontarti con persone che provengono dal tuo settore, visionerai cosa fanno e dove lavorano e soprattutto potrai venire a conoscenza di annunci di lavoro in aziende di tuo interesse e vicine alla tua professione.

Tutte queste attività presuppongono un lavoro di aggiornamento, una grande dose di proattività e voglia di attrarre il nostro interlocutore! Linkedin è uno strumento potente ormai usato da tutti i recruiter; curarne estetica, contenuti e contatti, è importante per far nascere nuove occasioni di lavoro. Ricordiamoci infine che è pur sempre un Social Network e in quanto tale nasce ed è pensato per chi vuole trasmettere la sua identità di professionista, le sue competenze e potenzialità, con scopi che possono essere di tipo commerciale/business (promuovo me stesso come libero professionista o come azienda, cerco nuovi clienti, nuovi dipendenti per la mia azienda e mi sponsorizzo sul Mercato del lavoro), o professionali (voglio cambiare lavoro, sono alla ricerca attiva di lavoro).

Nella speranza di esserti stato d’aiuto nella creazione del tuo Profilo Linkedin e di averti fornito spunti utili al miglioramento del tuo “Personal Branding”, desidero terminare questo articolo con una frase tanto semplice quanto memorabile del Cofondatore di Linkedin Reid Hoffman:

“Resteresti sorpreso di scoprire quanto valgono le tue qualità agli occhi di chi non ce l’ha”


R. Hoffman

Maria Erica De Sena
Consulente Risorse Umane

2020-06-24T13:31:09+02:00 24 Giugno 2020|